Informazioni utili

Informazioni utili

Documenti di viaggio

Il passaporto o un altro documento d’identita in corso di validita riconosciuto da accordi internazionali; per alcuni paesi e sufficiente la carta d’identita. 
 
Informazioni: presso le rappresentanze diplomatiche e gli uffici consolari della Repubblica di Croazia all’estero o presso il Ministero degli Esteri e dell’Integrazione europea della Repubblica di Croazia 
tel.: +385 1 4569 964; 
e-mail: stranci@mvpei.hr, vize@mvpei.hr
web: www.mvpei.hr  
 
Disposizioni doganali
 
La normativa della Repubblica di Croazia in materia doganale e conforme alle norme dei paesi dell’Unione Europea. L’importazione di beni destinati ad uso personale, familiare e con altri scopi non commerciali e esente dal pagamento del dazio e dell’IVA croata (PDV) se il prezzo del bene importato e inferiore o pari alle 1.000 kune.
 
E consentita l’importazione e l’esportazione di valuta nazionale ed estera in contanti e in assegni tanto ai cittadini stranieri quanto ai cittadini croati residenti all’estero, con l’obbligo di dichiarare al doganiere operante al valico di frontiera ogni importazione o esportazione pecuniaria in kune del controvalore di 10.000 euro o di piu. Anche l’attrezzatura professionale di valore e le apparecchiature tecniche devono essere denunciate al doganiere operante al valico di frontiera. 
 
Le persone fisiche che non hanno la residenza permanente o temporanea in Croazia hanno diritto al rimborso dell’IVA per la merce acquistata in Croazia se il valore della merce attestato a una fattura supera le 740,00 kune. Il venditore deve rilasciare il relativo modulo PDV-P che verra vidimato dall’Ufficio Doganale all’uscita dal Paese. La richiesta per il rimborso dell’IVA deve essere presentata entro tre mesi dalla data dell’acquisto.
 
Per ulteriori informazioni: Agenzia delle Dogane Croate (www.carina.hr).  
 
Trasferimento di animali vivi attraverso il confine
 
E consentito trasportare animali domestici oltre il confine solo con il possesso della necessaria documentazione veterinaria attestante lo stato di salute dell’animale. I cani e i gatti devono essere contrassegnati con il sistema elettronico d’identificazione (microchip). L’importazione di massimo cinque animali domestici si puo effettuare in valichi di frontiera autorizzati al traffico di determinati animali, mentre per il maggior numero di animali l’ingresso deve essere fatto attraverso valichi che dispongono di un’ispezione veterinaria.
 
La responsabilita dell’animale domestico con il quale viaggiate e interamente a vostro carico 
Quando entrate nella Repubblica di Croazia con il vostro animale, tutta la responsabilita riguardo alla soddisfazione delle condizioni per l’introduzione dell’animale e a vostro carico. Controllate se il vostro animale e stato vaccinato in tempo, ovvero se il vaccino e stato rinnovato (rivaccinazione), se e stato effettuato il test di titolazione degli anticorpi e se ha il passaporto valido o un certificato veterinario. Nel caso in cui il vostro animale non soddisfi predette condizioni all’arrivo al valico di frontiera, dove e consentita l’introduzione degli animali, l’ingresso nella Repubblica di Croazia gli puo essere negato, ovvero l’animale puo essere rispedito nel paese di origine oppure messo in quarantena. Tutte le spese conseguenti a tali misure sono a carico del proprietario dell’animale.
 
Ai fini del Regolamento relativo alle condizioni di polizia sanitaria applicabili ai movimenti a carattere non commerciale di animali da compagnia, s’intendono per animali da compagnia le seguenti categorie: cani, gatti, invertebrati (eccetto api e granchi), pesci tropicali d’acquario, anfibi, rettili, tutti i tipi di uccelli (eccetto il pollame), roditori e conigli domestici e la puzzola europea della famiglia delle Mustelidi.
 
Quantita massima di animali
Per movimento a carattere non commerciale di animali da compagnia s’intende l’introduzione sul territorio croato di un numero di animali non superiore a cinque. Gli animali devono essere sottoposti a un controllo della documentazione e di identificazione da parte delle dogana operante al valico di frontiera. Questi animali non sono considerati merce e devono essere obbligatoriamente accompagnati dal proprietario o da un’altra persona responsabile dell’animale per l’intera durata del viaggio. 
 
Condizioni:
Disposizioni generali in materia d’introduzione di cani, gatti e puzzola europea (denominata anche furetto, Mustela putorius) provenienti da Paesi dell’Unione Europea e da Paesi terzi a basso rischio. 
 
Cani, gatti e puzzola europea: 
devono essere contrassegnati con il sistema elettronico d’identificazione (microchip). Nel caso in cui l’animale abbia un microchip non conforme agli standard ISO 11784 o 11785, bensi di un altro tipo, il proprietario, o l’accompagnatore, e tenuto a fornire un lettore adeguato necessario per la lettura del microchip. L’identificazione del nome e dell’indirizzo del proprietario dell’animale deve essere resa possibile in qualsiasi momento. Il numero di microchip deve essere registrato da parte del veterinario nel passaporto o nel certificato che il proprietario e tenuto ad avere durante il trasporto dell’animale.
devono essere provvisti di passaporto o di un certificato rilasciato dal veterinario autorizzato dall’autorita competente;
devono essere stati vaccinati contro la rabbia.
 
Gli animali di eta inferiore a tre mesi e non ancora vaccinati, provenienti dai Paesi membri dell’Ue o da Paesi terzi a basso rischio, potranno essere importati nel territorio croato se il proprietario o l’accompagnatore possiede il passaporto o il certificato dell’animale e se e provato che l’animale ha soggiornato sin dalla nascita nello stesso luogo e non e mai entrato in contatto con animali selvatici che potevano essere esposti a infezioni, oppure se l’animale e accompagnato dalla madre dalla quale ancora dipende. 
 
Cani, gatti e puzzole europee provenienti da Paesi ad alto rischio devono soddisfare le seguenti condizioni: 
devono essere contrassegnati con un sistema elettronico d’identificazione (microchip);
devono essere muniti di un certificato rilasciato da un veterinario autorizzato dall’autorita competente oppure, in occasione di un nuovo ingresso nel territorio croato, devono essere muniti di un passaporto (cani dalla Croazia);
devono essere vaccinati contro la rabbia;
devono essere muniti di un certificato attestante l’effettuazione del test di titolazione degli anticorpi di almeno 0,5 IJ/ml su un campione preso da un veterinario autorizzato, almeno 30 giorni dopo la vaccinazione e tre mesi prima del viaggio. Il test deve essere effettuato in uno dei laboratori autorizzati, che potete trovare nella lista all’indirizzo seguente: http://ec.europa.eu/food/animal/liveanimals/pets/approval_en.htm
 
Detto periodo di tre mesi non si applica ad ogni nuovo ingresso dell’animale, poiché il suo passaporto conferma che la titolazione degli anticorpi e stata effettuata con risultati positivi prima che l’animale abbia lasciato il territorio di provenienza.
 
Gli animali che vengono importati a scopo commerciale e gli animali che sono oggetto di spedizione devono essere sottoposti ad un controllo veterinario prima dell’ingresso nel territorio della RH.
 
Per maggiori informazioni siete cortesemente pregati di contattare il Ministero delle Politiche agricole, della Pesca e dello Sviluppo rurale – Direzione veterinaria 
tel.: +385 1 6109 499, +385 1 6106 703 i +385 1 6106 455, 
web: www.mps.hr
 
Assistenza sanitaria
 
In tutte le citta piu grandi della Croazia ci sono ospedali e cliniche specializzate, mentre, nelle localita minori, l’assistenza sanitaria e garantita da ambulatori e farmacie.
 
I turisti stranieri titolari d’assicurazione sanitaria obbligatoria nel loro paese di provenienza sono esentati dal pagamento dei servizi sanitari d’urgenza se fra la Croazia e il Paese di provenienza e stata stipulata una convenzione d’assistenza sanitaria, ovvero se beneficiano del diritto ad usufruire dell’assistenza sanitaria. La tutela sanitaria (trasporto compreso) per i cittadini stranieri e prevista, in caso d’emergenza, in base alle medesime modalita e norme vigenti per i cittadini croati circa la partecipazione alle spese sanitarie (ticket). 
 
Il cittadino straniero il cui paese di provenienza non abbia sottoscritto con la Croazia alcuna convenzione d’assistenza sanitaria sara tenuto a pagare personalmente le spese relative ai servizi sanitari di cui abbia usufruito.
 
Per ulteriori informazioni: Istituto Croato per la Previdenza Sociale 
telefono: +385 1 4806 333, 
web: www.hzzo-net.hr  
 
Festivita civili e religiose
 
1° gennaio - Capodanno 
6 gennaio - Epifania 
Pasqua e Lunedi dell’Angelo 
Primo Maggio - Festa dei lavoratori
Corpus Domini
22 giugno – Giornata della lotta antifascista
25 giugno – Festa della Repubblica
5 agosto - Anniversario della Vittoria e Giorno del Ringraziamento
15 agosto – Assunzione della Vergine Maria
8 ottobre – Festa dell’Indipendenza
1° novembre – Ognissanti
25 e 26 dicembre – festivita natalizie
 
Orario di apertura di negozi e uffici pubblici
 
Nei giorni feriali la maggior parte dei negozi e aperta dalle 8.00 alle 20.00 (sabato e domenica fino alle 14.00). Durante la stagione estiva alcuni esercizi pubblici rispettano un orario piu lungo. 
Dal lunedi al venerdi i servizi e gli uffici pubblici sono normalmente aperti dalle 8.00 alle 16.00.  
 
Uffici postali e telecomunicazioni
 
Nei giorni feriali gli uffici postali sono aperti dalle 7.00 alle 19.00; nelle localita piu piccole dalle 7.00 alle 14.00. Alcuni uffici lavorano a regime d’orario spezzato. Nei maggiori centri urbani e nelle localita turistiche gli uffici postali di turno sono aperti anche il sabato e la domenica.
 
Dalla Croazia potete chiamare all’estero direttamente da qualsiasi telefono pubblico, funzionante con schede telefoniche acquistabili presso tutti gli uffici postali e le edicole. 
 
In caso di emergenza chiamare il numero 112!
 
Questo numero e disponibile 24 ore su 24 e contattabile da qualsiasi parte della Repubblica di Croazia o sul territorio dell’Ue.
 
La telefonata e gratuita.
 
E possibile chiamare il 112 tramite ogni operatore telefonico presente in Croazia e tramite qualsiasi apparecchio telefonico. 
 
In caso di emergenza, il centro operativo 112 comunichera con voi nelle seguenti lingue: 
inglese
tedesco
italiano
ungherese
slovacco
ceco
 
CHIAMATE IL 112! 
 
Se avete bisogno: 
del pronto soccorso medico;
dell’intervento dei vigili del fuoco;
dell’intervento della polizia;
dell’intervento del soccorso alpino;
dell’intervento degli altri servizi di pronto soccorso e di protezione civile.
 
Se avvistate:
incendio,
fuoriuscita di sostanze pericolose, inquinamento dell’acqua potabile, ruscelli, fiumi o mare,
altri casi che rappresentano pericoli di vita e salute degli esseri umani, beni culturali e ambiente.
 
Telefonate e fornite le seguenti informazioni:
che cosa e successo,
dove e successo,
quando e successo,
eventuale presenza di feriti,
tipo di ferita,
tipo di intervento necessario,
i propri dati personali.
 
Consigli pratici
 
Attivita nella natura
informate i familiari e gli amici dei vostri spostamenti o dei dettagli del vostro itinerario; 
camminate sugli itinerari e sui percorsi segnalati;
munitevi di una quantita sufficiente di acqua;
indossate scarpe ed indumenti adeguati;
munitevi di un telefono cellulare;
informatevi sulle condizioni meteo;
maneggiate il fuoco con attenzione e seguendo le regole;
non gettate mozziconi o oggetti infiammabili nell’ambiente.
 
Prevenzione antincendio
Controllate di aver preso tutte le precauzioni necessarie per impedire lo scoppio di un incendio!
Non gettate nell’ambiente oggetti infiammati o infiammabili!
Rispettate i cartelli di divieto d’accensione di fuochi all’aperto!
Fate in modo che la vostra macchina non ostruisca la corsia d’emergenza dei vigili del fuoco e le vie di transito.
 
Cosa fare in caso di incendio? 
Chiamate immediatamente i vigili del fuoco al numero telefonico112.
Iniziate a spegnere l’incendio utilizzando un estintore (se disponibile), ma fatelo soltanto se siete sicuri di non mettere a repentaglio l’incolumita vostra o di altre persone.
Avvisate la gente nei dintorni dell’avvenuto incidente; 
SEGUITE LE ISTRUZIONI DEI VIGILI DEL FUOCO
 
RICORDATE:
Nel caso in cui non vengano seguite le normative anti-incendio il Ministero degli Affari Interni sporgera denuncia penale. 
 
Per strada
nel corso della stagione turistica, evitate i giorni di traffico intenso (fine settimana e giorni festivi);
mettetevi alla guida soltanto se siete riposati;
adattate la velocita alle condizioni del manto stradale ed osservate i limiti di velocita;
in caso d’ingorghi ed incolonnamenti, siate pazienti (munitevi di una quantita sufficiente di acqua).
 
Al mare
in caso di incidente in mare o in caso di episodi di inquinamento del mare chiamate il 155 (Centro Nazionale di Ricerca e Salvataggio) oppure il 112;
prima di intraprendere un viaggio in mare informatevi sulle condizioni meteo, soprattutto per quanto riguarda l’Adriatico;
durante il bagno in mare rimanete nel campo visivo degli altri bagnanti;
informate i famigliari e gli amici del vostro punto di immersione e segnalate la vostra presenza in maniera adeguata;
esponetevi al sole con moderazione e utilizzate creme protettive;
munitevi di una quantita sufficiente di acqua.
 
Tutela ambientale
Le disposizioni normative croate a tutela delle biodiversita sono conformi alla vigente normativa dell’Unione Europea.
Le acque del Mare Adriatico croato sono balneabili e d’altissima qualita anche in base agli standard qualitativi dell’Unione Europea. 
 
In caso di inquinamento ambientale chiamate il Centro di pronto intervento al numero 112.
 
Notiziari radiofonici in lingua straniera durante la stagione turistica
 
La Radio Nazionale Croata trasmette diversi programmi in lingua straniera per i turisti. Tutti i giorni, alle ore 20.05, sulla prima rete della Radio Nazionale Croata viene trasmesso un programma informativo in lingua inglese della durata di 10 minuti.
 
D’estate la seconda rete della Radio Nazionale Croata (98,5 MHz per la Croazia nord-occidentale e la Riviera di Dubrovnik; 105,3 MHz per l’Istria; 96,1 MHz per Spalato; 98,9 MHz per la Riviera di Makarska; 93,3 MHz per il Gorski kotar), oltre al consueto notiziario in croato e alle informazioni dell’Automobile Club di Croazia (HAK), trasmettera informazioni sul traffico in inglese ed in tedesco, e nel mese d’agosto anche in italiano; mentre l’HAK trasmette il notiziario straordinario sulla viabilita in croato e in inglese.
 
Nell’estate, durante il medesimo periodo, sulla seconda rete della Radio Nazionale Croata ogni ora saranno trasmessi notiziari direttamente dagli studi radiofonici della terza rete di Radio Austria e di Bayern 3 in tedesco, di Rai Uno in italiano, di Radio Praga in lingua ceca, di Absolute Radio in inglese e del programma radiofonico internazionale della radio croata “Glas Hrvatske” in inglese, tedesco e spagnolo. 
 
La redazione di Radio Praga informera quotidianamente i turisti della Repubblica Ceca grazie ad una collaborazione stretta con le seguenti stazioni radio regionali croate: Radio Split, Radio Dubrovnik e Radio Rijeka.  
Quota:

Salienti

Iscriviti alla newsletter