Salona

Salona usato per essere una fortezza e un porto ...

 /   /   / 

Salona

Foto: Tz Solin

La città di Solin, culla della storia anticocroata, situata sul fiume Jadro, chiamato anche il Giordano croato, demograficamente la città più giovane della Repubblica di Croazia, nasconde un ricco patrimonio culturale e naturale che la rende una destinazione turistica interessante.
 
A Solin si trova il più antico santuario mariano della Croazia, fondato dalla regina Jelena oltre 1000 anni fa, la cui chiesa custodisce il suo epitaffio, visitato nel 1998 dal Santo Padre, papa Giovanni Paolo II.
 
Nel cuore di Solin viene nascosta l'antica Salona, una volta la capitale della provincia romana della Dalmazia e il parco archeologico più grande della Croazia, su cui grandezza testimoniano le mura magnifiche con le torri e i portoni, un foro coi tempi, un anfiteatro e dei cimiteri coi martiti salonitani (Manastirine, Kapljuč, Marusinac). Secondo la leggenda, questa città, con oltre 60 000 abitanti, è ritenuta luogo di nascita dell'imperatore Diocleziano.
 
Oltre a Solin, i Suoi padroni di casa Le faranno vedere volentieri anche i residui del complesso detto Gradina (fortificazione), risalenti all'epoca dei Turchi, il mulino di Gašpić (Gašpina mlinica) dal secolo XVIII, dove i visitatori possono godere e ammirare il mulino e i vecchi attrezzi, insieme alla Chiesa cava (Šuplja crkva), basilica in cui nel 1076 il re Zvonimir fu incoronato re di Croazia e Dalmazia, e il più grande acquario della Croazia, situato sulla penisola di Vranjic.

Oltre al fiume Jadro, che sorge ai piedi del Mosor ad un'altitudine di 35 metri s.l.m. e sfocia nel golfo di Solin dopo un corso lungo di 4,5 chilometri, e in cui acque vive la Trota illirica, sottospecie endemica (Mekousna pastrva), Solin vanta un ricco patrimonio naturale e organizza varie manifestazioni allo scopo di interpretare il patrimonio culturale della città. Se decide di soggiornare a Solin, può trovare l'alloggio presso alberghi, ostelli oppure appartamenti privati. Una ricca offerta gastronomica, su cui particolarmente spicca la trota, può essere assaggiata nei nostri ristoranti in un ambiente tranquillo, lungo il fiume Jadro.


Ente per il turismo Solin
Kralja Zvonimira 69, HR 21210 Solin
Tel: +385 (0)21 210 048
Fax:+ 385 (0)21 260 900 


Da Spalato a Solin si può andare in macchina o con l’autobus locale numero 37 che parte dalla via Sukoišanska:

Promet Split
Hercegovačka 20, HR 21 000 Split 
Tel.: +385 (0)21 407 999
info@promet-split.hr
www.promet-split.hr
 
Quota:

Salienti

Iscriviti alla newsletter